Fifa 22, silenzio in aula: parla maestro Hollywood285

Quando siamo bambini impariamo 3 cose: a camminare, a contare e a tenere un joystick. Poi crescendo c’è chi quel joystick lo abbandona e chi invece riesce a costruirci una vera e propria carriera. Hollywood285 ne è uno degli esponenti più illustri ed apprezzati da tutti gli appassionati del mondo Esport: con numeri da capogiro su Twitch è riuscito a farsi notare persino dall’eNazionale italiana, al punto da diventarne il CT.

A poche settimane dal termine della seconda avvincente edizione della eSerieA, abbiamo avuto il piacere di scambiare due battute con lui, soprattutto su chi ha saputo ritagliarsi ampio spazio alle Final Eight: Obrun2002 e Karimisback, entrambi parte del roster della Nazionale. “Sono due ragazzi che conosco molto bene e che hanno saputo mostrare quel quid in più per conquistarsi l’ambita maglia. Insieme abbiamo fatto moltissimi allenamenti e posso assicurarvi quanto siano due player di altissimo livello“, ha detto il CT Hollywood. “Come avete visto nella finalissima, non sentono le pressioni e si adattano allo stile di gioco dell’avversario.”

Ad avere la meglio è stato Obrun, te lo aspettavi?

“Al di là del risultato ripeto che parliamo sempre di due professionisti del settore, che hanno fatto divertire e reso quasi impossibile un pronostico prima della finalissima. 1° e 3° del ranking europeo: ad Obrun sono molto legato perché è stato il primo player che ho scelto per l’academy exeed, ma Karim è un fenomeno e gliel’ho detto tante volte”.

Sprint boost? Chi lo sfrutta meglio?

“E’ una tecnica che a me piace molto e che penso sia molto efficace in game. Detto questo credo che Karim la usi meglio, d’altronde adotta uno stile di gioco più offensivo e tende ad allungarsi molto la palla per far correre gli esterni.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.